logo pagina dei progeti

CABIMUS

CABIMUS on line è la versione, fruibile in rete, della Guida alle Biblioteche e agli Archivi Musicali Italiani (Clavis Archivorum ac Bibliothecarum Italicarum ad MUSicam artem pertinentium) edita dall'IBIMUS.

CABIMUS on line permette una rapida ricerca della scheda di un determinato archivio mediante l’indicazione di una zona geografica (Regione, Provincia o Località), oppure mediante (parte del) nome di una località, o dell’archivio ricercato, ovvero di uno degli autori o degli studiosi rappresentati nell’archivio.

CABIMUS on line è accessibile mediante il seguente collegamento.

Per il CABIMUS on line è disponibile in linea un manuale per l'utente.
Per consultarlo, o scaricarlo sul proprio personal computer, cliccare su Manuale Utente

I progetti per la Regione Lazio

Nel 1997 l’IBIMUS è stato riconosciuto dalla Regione Lazio come Istituto Culturale di interesse regionale e iscritto nel relativo albo.

Dal 1991 a tutt’oggi l’Istituto usufruisce del contributo regionale relativo alla Legge 35/1991 per la ricerca sulle istituzioni e le attività musicali in Roma e nel Lazio dal XV al XX secolo.

Dal 1992 ha avviato l’aggiornamento e il completamento della ricerca del Repertorio dei fondi musicali italiani; nel 1998 ha ricevuto un contributo della Regione Lazio per la prosecuzione dell’attività.

Nel 1994 l’IBIMUS ha stipulato una Convenzione con la Regione Lazio per la catalogazione di manoscritti musicali presenti in biblioteche e archivi del Lazio e per l’attivazione di corsi di formazione per catalogatori; la Convenzione è stata rinnovata negli anni ed è tutt’ora in essere (con finanziamento ai sensi della L.R. 30/1975). Dallo stesso anno e nell’ambito della stessa Legge, la Regione Lazio eroga un contributo per il funzionamento della Biblioteca IBIMUS.

I progetti per il Ministero per i Beni Culturali

Dal 1991 al 1997 l’Istituto viene inserito nella tabella triennale del Ministero per i Beni Culturali comprendente gli istituti scientifici di particolare rilievo e importanza.

Dal 1981 ha ottenuto finanziamenti dal Ministero per i Beni Culturali per Interventi per il funzionamento e le attività culturali di catalogazione, ricerca e attività editoriale (ultima Circolare del 28/3/1992 n.36).

Nell'ambito del Progetto Rossini (Comitato Nazionale per le Celebrazioni del 2° Centenario della nascita di G. Rossini; DPR 7/8/1990), sempre per il Ministero dei Beni Culturali, ha svolto l’attività di ricerca nell’ambito dei libretti e delle musiche a stampa del compositore pesarese; tale ricerca ha portato alla pubblicazione di tre monografie (di cui una in corso di stampa).

Altri progetti

Dal 1996 ha stipulato una Convenzione con il CNR di Roma al fine di redigere un Repertorio storico-bibliografico delle edizioni e degli editori musicali e teatrali a Roma e nel Lazio nei secoli XVI-XVIII.

Nel 1998 ha stipulato una Convenzione con l’Istituto Centrale per il Catalogo Unico (ICCU - Ministero per i Beni Culturali) relativamente all’utilizzo e aggiornamento del software SBN Musica, alla consultazione della base dati Musica e Opac, formulazione di progetti di ricerca, organizzazione di corsi, seminari e convegni, reperimento di fonti di finanziamento per progetti di ricerca.

Nel 1998 ha stipulato una Convenzione settennale con l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata al fine di collaborare nei settori dell’informazione, aggiornamento, didattica; studi e ricerca nel settore dell’indagine delle fonti d’archivio per la storia della musica e sulla musica di Roma e del Lazio; interventi di catalogazione e restauro di fondi musicali di particolare interesse regionale; progetti internazionali di bibliografia musicale dal XVI al XVIII secolo, edizione critica di testi musicali; organizzazione di conferenze, seminari e convegni.

A partire dal 1975 ha stipulato una convenzione con il Demanio e con la Biblioteca Nazionale Centrale Vittorio Emanuele II per l'attività di consulenza e collaborazione nel campo bibliografico musicale.